Dominio registrato, cosa fare?

dominio registrato

Dominio registrato, quale soluzione adottare se il nome scelto per il proprio sito web risulta già occupato.

Un sito web rappresenta il principale mezzo per mantenere una forte presenza online. E’ considerato come la porta di ingresso per il pubblico, tramite la quale mettere in vetrina il proprio business. Che sia un blog, un magazine online o una pagina per pubblicizzare un’attività imprenditoriale, l’elemento indispensabile sul quale si poggia è il dominio, ossia il nome che si vuole dare a questo spazio web.

Per comprendere meglio di cosa si sta parlando è utile pensare che corrisponde nello specifico alla controparte letterale dell’indirizzo IP, una serie numerica creata per riconoscere il sito nel momento in cui deve essere alloggiato nel server dell’hosting.

Pertanto può essere inteso come un ponte che facilita l’esperienza d’uso dell’utente, il quale inserisce il nome del sito, appunto il dominio, invece di una serie di numeri. Si tratta di una spiegazione alquanto sintetica ma allo stesso tempo efficace per una migliore cognizione del concetto.

Dominio registrato, cosa fare

Il dominio è posizionato a seguito dell’Url e della dicitura www. (ad esempio il nostro è gtechgroup.it).  E’ caratterizzato da livelli diversi:

  • Estensione, come il classico .it (per indicare la nazione) o .com (per le imprese e gli enti);
  • Nome, ad esempio il brand che identifica la propria attività, ma anche il cognome ecc;

Questi sono i due punti costituenti del dominio. Non appena viene ideato e registrato resta adoperabile dall’utente sino al termine del contratto, rinnovabile di solito annualmente. Oltre ad essi troviamo una terza parte:

  • Sottodominio, posto alla sinistra del nome.

Abbiamo visto come la scelta del nome relativa alla creazione di un nuovo sito web sia il primo step da superare. Dopo aver vagliato le varie opzioni è necessario verificare se risulta fruibile.

In alcuni casi può succedere che vi sia un dominio registrato da altri, con il conseguente abbandono della prima idea e la ricerca di un ulteriore appellativo da impiegare.

Come verificare disponibilità dominio

Sul web sono presenti diversi applicativi in grado di proporre un nome del dominio cercando tra quelli disponibili. Scegliere quello più funzionale ed affidabile non è semplice, dati i numerosi software disponibili sul mercato.

Una valida opzione è rappresenta da servizio di Backorder Dominio Automatico di Gtechgroup, un ottimo alleato quando il nome del dominio che si sta cercando risulta ogni volta occupato. Questo software analizza in maniera automatica quale è disponibile al momento, con una ricerca effettuate svariate volte al giorno, e lo registra.

Ciò si sposa perfettamente con la politica di brand protection, che fortemente ai nostri clienti, indispensabile per bloccare il proprio dominio ed evitare che altri utenti possano appropriarsene, onde evitare problematiche di carattere pubblicitario e di confusione del marchio. Pertanto è opportuno registrare diversi domini con lo stesso termine adoperato per quello principale.

 

Tag: dominio registrato, dominio già registrato, dominio occupato, dominio occupato come fare, come verificare disponibilità dominio, a chi è registrato un dominio, chi ha registrato un dominio, recuperare un dominio registrato da altri, come sapere chi ha registrato un dominio, dominio già occupato.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

G Tech Group nasce nel concettualmente nel 2011 e imprenditorialmente nel 2013 da un’idea di Gianluca Gentile il suo fondatore.

Lo scopo era quello di creare la prima Social Web Agency non una classica agenzia web che si occupa di social ma un’aggenzia che mettesse in condivisione le proprie risorse e idee con altre agenzie mettendo anche in comunicazione diverse agenzie creando una vera e propria rete.

Post Recenti

Need to raise your site's score?

We have an ideal solution for your business marketing